I 5 edifici infestati che non tutti conoscono

I fratelli Spierig tornano al cinema dal 14 febbraio con un’opera inquietante, basata su eventi realmente accaduti: La vedova Winchester. Ecco cinque edifici infestati che non tutti conoscono!

LA CASA PIÙ INFESTATA DEL MONDO

casa matusita.png

Nel centro di Lima è situata casa Matusita, che ha la fama di essere la più infestata al mondo. Al secondo piano dell’edificio si verificano avvenimenti ed apparizioni inspiegabili. Nemmeno le leggende metropolitane riescono a spiegarne l’origine: lo spirito di un monaco suicida; un pasto a base di allucinogeni sfociato in carneficina; le maledizioni lanciate dai prigionieri torturati in un carcere che sorgeva nei pressi della casa. Tutto è avvolto dal mistero.

BALLO SPETTRALE

stanley hotel.jpg

La sala da ballo dello Stanley Hotel, in Colorado, è a dir poco terrificante: anche quando è deserta, pare che i tavoli volino in aria, e che si sentano sinistre musiche e suoni di pianoforte. Molti ospiti hanno persino visto uno spirito che ruba gli oggetti di valore. È a quest’hotel che Stephen King si è ispirato, dopo avervi soggiornato, per scrivere Shining.

WHALEY HOUSE

walhey house.jpg

A San Diego, California, sorge la Whaley House. Da metà ‘800 la casa venne acquistata dai Whaley, la cui progenie la abitò fino alla metà degli anni ’50. Tutti i membri della famiglia vi morirono all’interno: chi in tenera età, chi suicida, chi per vecchiaia. Questo spiegherebbe le apparizioni: evidentemente, i Whaley proprio non vogliono saperne di abbandonare la loro dimora.

IL FANTASMA DAI CAPELLI BLU

azzurrina1.jpg

Nei pressi di Rimini si erge il castello di Torriana. Nel 1370 vi nacque Guendalina, una bambina albina. Per proteggerla dalle malelingue, che attribuivano il suo candore al demonio, i genitori la tennero segregata nella tenuta e le tinsero i capelli di blu: di qui il nome di Azzurrina. Una notte la piccola sparì misteriosamente, ma evidentemente non lasciò mai casa sua: ancora oggi è possibile sentire singhiozzi e pianti!

L’INFINITA TENUTA WINCHESTER

Winchester house.jpg

Alla morte del marito William Winchester e della figlia, Sarah Pardee Winchester era affranta dal dolore. Un medium le diede un consiglio: costruire un edificio enorme ed ampliarlo il più possibile, in modo da ospitare le anime di tutti coloro che erano morti per mano delle carabine prodotte dalla fabbrica di famiglia.

I lavori per costruire la Winchester House, in California, iniziarono nel 1884 e proseguirono senza sosta (e senza logica) fino al giorno della morte di Sarah, nel 1922. Oggi restano scale senza sbocco, finestre affacciate sul nulla, ascensori che si muovono in orizzontale: uno dei luoghi più sinistri al mondo.

La vedova Winchester, ultima opera dei fratelli Spierig, ti aspetta dal 14 febbraio al cinema!